RICERCA PUBBLICA: USB P.I. HA APERTO LA PARTITA E LA GIOCHERA’ FINO IN FONDO

Roma -

Giovedì 17 marzo USB P.i. ha manifestato davanti al Dipartimento della Funzione Pubblica e, nell’ambito della manifestazione, una delegazione ha incontrato il Ministro Madia.

Il tema della manifestazione e dell’incontro è stato il futuro degli EPR alla luce della legge delega di riforma e del probabile accorpamento con il comparto della Scuola.

USB ha illustrato la propria proposta, che da anni caratterizza l’iniziativa politica relativa agli EPR, partendo da un nuovo sistema di Governance unico, che garantisca indipendenza, che eviti sovrapposizioni e assicuri una migliore programmazione e gestione dei finanziamenti che devono necessariamente essere aumentati se si vuole ragionare seriamente sulla Ricerca Pubblica.

USB ha poi rappresentato il precariato come nodo ineludibile per un vero rilancio della Ricerca, per dare stabilità a chi da anni presta il proprio servizio presso gli Enti e per poter aprirsi successivamente all’esterno alle nuove e giovani professionalità.

Infine sul comparto USB ha ribadito la propria posizione di contrarietà a qualsiasi applicazione della Legge Brunetta avvalorata, in questo caso, dalla necessità di un comparto di contrattazione autonomo per salvaguardare le peculiarità di tutto il settore degli EPR, sancite anche dal carta del Ricercatore che indirettamente coinvolge tutto il personale che collabora o ruota intorno all’attività principale della Ricerca.

Leggi tutto nel comunicato allegato!

USB P.I. Ricerca