170 in forse dal 1° aprile e INAPP sempre più precario

L’incontro di oggi (15 marzo) con l’Amministrazione prevedeva al primo punto all’ordine del giorno l’informativa alle OOSS circa la situazione dell’Istituto.

Sintetizzando potremmo dire che l’ANPAL sta stringendo pian piano la corda al collo dell’INAPP continuando a sottrargli attività e conseguentemente importanti linee di finanziamento. L’INAPP diventerà Organismo Intermedio, ma le condizioni poste dall’ANPAL che, ricordiamolo è l’Autorità di gestione, sono inaccettabili, perché l’Ente diverrebbe Organismo Intermedio su pochissime attività e l’Amministrazione, ricordando l’incontro tra INAPP, Ministero del Lavoro, ANPAL e Sottosegretario Nannicini in cui fu decisa la linea e quindi le funzioni degli Enti facenti parte del sistema, ha replicato inviando all’ANPAL un proprio documento, la cui risposta sarà esaminata dal CdA del 23 marzo prossimo.

 

Tutto ciò determinerà, già dal 1° aprile, l’assenza di funzioni e la conseguente assenza di risorse economiche per 170 lavoratori a TD con il possibile conseguente licenziamento.

 

Inoltre è concretamente in atto il tentativo di ANPAL, per diventare Agenzia Nazionale ERASMUS PLUS e, se ciò accadesse, aumenterebbero esponenzialmente le difficoltà finanziarie dell’Ente. Dobbiamo aggiungere altro?

 

USB riconoscendo una situazione di incertezza per 170 TD già ampiamente vissuta in altri Enti, ha chiesto l’immediata apertura di un tavolo sul precariato con proposte alternative per non interrompere la permanenza in servizio di questo personale.

Terminato l’intervento, pur essendo all’Odg il Salario accessorio e telelavoro, la delegazione ha abbandonato il tavolo, ritenendo prioritario risolvere i problemi di rinnovo per i 170 lavoratori a TD in tempi brevissimi.

In seguito all’ulteriore evoluzione negativa dello stato di sopravvivenza dell’INAPP, manteniamo la mobilitazione e predisporremo nei prossimi giorni le iniziative per denunciare all’opinione pubblica il pericolo di licenziamento dei precari INAPP e di soppressione dell’Ente stesso.

 

 

USB P.I. INAPP