ENEA - Flash News n. 2/2016

Roma -

Con il tavolo tecnico del 13 maggio si è riavviata finalmente la trattativa sull’accordo integrativo interrotta lo scorso ottobre.

L’Amministrazione ha ribadito la forte volontà di arrivare in tempi rapidi alla definizione dell’accordo e questo va nella direzione da noi auspicata da mesi attraverso vari tentativi di riapertura del confronto.

Finalmente è stato fornito il dato riguardante l’ammontare delle risorse destinate la fondo ex art. 19 (CCNL EPR 2002-2005) - il cosiddetto conto-terzi - relativo al 2015 che consentirà di distribuire al personale per la prima volta in ENEA soldi aggiuntivi in busta-paga secondo le modalità definite nell’accordo sindacale del 22 luglio 2015. Detratte le spese, il suddetto fondo risulta pari a 435 800 €.

A fronte delle diverse interpretazioni emerse al tavolo riguardanti il personale destinatario delle suddette risorse, USB ha sostenuto la necessità di arrivare ad un verbale d'intesa sull'interpretazione autentica del testo dell'accordo che consenta, dopo il ricevimento da parte dell’Amministrazione delle indicazioni provenienti dai Responsabili circa le partecipazioni alle commesse e quindi partendo da una situazione reale, di individuare in modo chiaro le modalità di ripartizione (a meno che non si voglia tornare alla proposta iniziale di USB dei “cerchi concentrici”)

Rispetto alla prima parte dell’accordo integrativo, tutte le OOSS hanno espresso alla fine parere favorevole circa il testo che era arrivato lo scorso ottobre ad una definizione accettabile per la distribuzione dei residui degli anni passati oltre agli aumenti di alcune voci dell’accessorio (indennità di ente mensile per i livelli IV-VIII e indennità oneri specifici per i R&T).

Il consolidamento del bilancio 2015, di cui è prevista per fine mese la chiusura a consuntivo, ha messo in evidenza alcune somme di cui occorre definire la destinazione al tavolo sindacale, 1 300 000 € per i R&T e 480 000 € per i livelli IV-VIII.

Come USB abbiamo sostenuto l’importanza di procedere con i passaggi di livello (se non si riescono ad attivare le procedure nel  2015 si spostano al 2016) cui destinare i 480 000 € dei i livelli IV-VIII mentre per il 1 300 000 € dei R&T ripartiamo dal vecchio accordo riparametrando però sul livello (come avvenuto all'ISPESL).

Il prossimo tavolo tecnico è previsto per il 23 maggio in occasione del quale l’amministrazione dovrebbe presentare la bozza aggiornata dell’accordo in discussione.

USB P.I. Ricerca

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati