ENEA: INAMMISSIBILE, ACCANTONATO, MAXIEMENDATO

Il maxiemendamento alla Legge di Stabilità mette fine alle "grandi speranze" del commissario Testa

Roma -

Avere ragione non sempre è fonte di soddisfazione. Il regalo di Natale del cerchio magico del prof Testa conferma tutte le nostre denunce. Il maxiemendamento al testo della legge di stabilità approvato al Senato (tra l’altro nel massimo disprezzo del governo verso il ruolo del Parlamento) e recepito in via definitiva dalla Camera parla chiaro: ENEA rimarrà, come ampiamente previsto, commissariata anche per il 2015, con il fondo ordinario tagliato di (almeno) altri 7.1 mln/euro.

 

Ma se ENEA piange gli altri Enti non ridono: sono confermati i 42 milioni di riduzione del Fondo ordinario per gli enti e le istituzione di ricerca ( comma 343 del maxiemendamento a pag. 60), a riprova - se ce ne fosse bisogno - del totale disinteresse, al di là delle chiacchiere, degli organi di governo del Paese nei confronti della Ricerca pubblica, vista come un problema di bilancio piuttosto che una risorsa per la collettività.

 

Leggi tutto sul volantino allegato!

 

USB P.I. Sez Ricerca

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati