Istat: Quando la contrattazione diventa asservimento

Roma -

Lo scorso 11 luglio c’è stato un tavolo di contrattazione, del quale Flc-Cgil ha fornito il suo solito notiziario-resoconto, con i seguenti punti all’ordine del giorno.

Congedi parentali a ore

Scopriamo che la Cgil fa pressioni dal 2013 per loro attuazione (e pensate se non le faceva!) e che dopo 6 anni l’Amministrazione fa una proposta, ma molto restrittiva. Infatti l’ipotesi presentata limita la fruizione tra 1 ora e al massimo la metà della giornata lavorativa, un limite che non trova nessun riscontro nelle norme, peraltro non riportate; ma ai sindacati pare vada bene così.

Nessun riferimento alle regole di computo dell’orario in entrata finora adottate, che producono un debito orario inesistente (qui l’ultimo nostro comunicato).

 

Fondo accessorio 2018 IV-VIII liv.

Uscirà una nuova delibera di costituzione del fondo. Serve a sistemare il computo delle risorse aggiuntive dei colleghi stabilizzati, ovvero tra i 100 e i 150 mila euro in più?
Certo che no! Sarà sufficiente inserire una frase “che richiami il fatto che l’incremento operato al fondo è stato minimo, nelle more di una circolare, e di riportare il testo dell’intesa del 24 aprile
sulla flessibilità dei fondi”, e siamo a posto.

Qui sotto si riportano i calcoli di parte dei soldi mancanti (Differenza), stimati con il procapite del personale di ruolo nello stesso livello (ne avevamo scritto recentemente qui).


215 VI liv. cter stabilizzati il 31 dicembre 2017+6 cter assunti il 20 dicembre

Risorse aggiuntive

Pro capite VI livello

Inserimento Fondo 2018 Istat

1.637.997,75

 

Personale stabilizzato

215

7.618,59

Salario accessorio 2017 VI cter ruolo Conto annuale

2.046.261,00

 

Presenti 2017 VI cter di ruolo Conto annuale

252

8.120,08

 

 

 

Inserimento Fondo 2018 con procapite VI di ruolo su 215 ex-td

1.745.817,92

 

Differenza

 

107.820

 

 

 

215 VI liv. cter stabilizzati il 31 dicembre 2017+6 cter assunti il 20 dicembre

Risorse aggiuntive

Pro capite VI livello

Inserimento Fondo 2018 Istat

1.637.997,75

 

Personale stabilizzato

215

7.618,59

Salario accessorio 2017 VI cter ruolo Conto annuale

2.046.261,00

 

Presenti 2017 VI cter di ruolo Conto annuale con pro-quota

246,2

8.312,02

 

 

 

Inserimento Fondo 2018 con procapite VI di ruolo su 215 ex-td

1.787.085,25

 

Differenza

 

149.087

 

 

Non è dato sapere se si provvederà a correggere l’errore che viene portato avanti dalla costituzione 2016, che si riverbera su tutti gli anni successivi: macroscopico dal punto di vista giuridico, anche se di entità irrisoria sul versante economico (qui la richiesta di correzione in autotutela).

Articolo 53

A giustificazione degli errori commessi dalla Commissione e dalla Direzione del personale, il dott. Weber ha sottolineato che è stato fatto tutto in tempi brevissimi per permettere la conclusione rapida della procedura, a favore del personale: anche qui siamo a posto così, nessuna denuncia da parte dei sindacati sul loro operato. La DCRU ha avuto il doppio del tempo della commissione per il controllo formale degli atti e non è stata in grado di farlo, questa è la realtà, la manifesta incapacità della nostra dirigenza amministrativa nella gestione dell’Istituto in tutte le sue declinazioni. Peraltro nessun sindacato sembra avere chiesto quale sia l’effettivo mandato della nuova Commissione, né tantomeno un allargamento dei posti per rimediare all’errore commesso, visto che ci sono quasi 2 milioni di euro di avanzo nel fondo.


Articolo 54

E' pronta una bozza di criteri per le procedure. L’amministrazione intende quindi fissare per il 19 luglio il confronto sindacale, con l'obiettivo di fare uscire il bando entro luglio. Ma il bando con quante risorse e per quanti posti? Non si ha il coraggio di dirlo ai lavoratori? Forse con gli 88 mila euro del fondino separato per 44 vincitori su circa 400 aventi diritto, ovvero per l’11%, o per lo scorrimento degli idonei dell’ultima selezione?

Il taglio perpetrato dalla conferenza dei servizi Istat/Funzione Pubblica/Mef/Aran dell’autunno 2016 viene dunque al pettine: le risorse stanziate dal 2002 al 2008 ad hoc sulle progressioni di livello sono state congelate, ergo rese indisponibili (circa 400 mila euro).  


Lavoro agile

Le organizzazioni sindacali hanno fatto le loro osservazioni su una proposta inadeguata dell’Amministrazione, aspettiamo gli esiti. Non una parola sulla necessità di una rapida soluzione in vista dei lavori e relative chiusure della linea A della metropolitana di Roma ad agosto, una richiesta concordata a maggioranza assoluta dalla Rsu di Roma di cui gli stessi dirigenti sindacali trattanti fanno parte. In occasione dell’incontro si sono limitati, alcuni di loro sbraitando, a pretendere la cacciata della Rsu che voleva essere parte attiva nella discussione.


Anzianità a tempo determinato

L’Amministrazione ha previsto un incontro con le OO.SS per il 17 luglio. Non essendo un argomento di contrattazione decentrata, non si comprende perché debba essere circoscritto ai soli sindacati trattanti, e non allargato alle altre rappresentanze sindacali, alla Rsu o a delegazioni di lavoratori interessati.


In definitiva, l’Amministrazione sta accelerando i tempi per far fronte alle molte questioni rimaste sospese per la strategia dilatoria adottata dal vecchio Direttore Generale, ma continua a farlo con proposte inadeguate e penalizzanti per i lavoratori, alle quali i sindacati chiamati alla contrattazione oppongono solo flebili richieste sperando in misericordiose concessioni.

Niente di nuovo sotto il sole, ma non è una bella notizia per i lavoratori.

 

USB Pubblico Impiego Istat



* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni