RACCOLTA DI FIRME CONTRO LE CHIAMATE DIRETTE IN ISS

Roma -

L'Amministrazione dell'ISS nell'ambito dell'informazione preventiva ci ha comunicato che intende discutere nel prossimo Cda delle chiamate dirette (art. 16 del dlgs, 218/2016).

USB, oltre a diffidare in termini legali l'ente, ritiene che ci sia la necessità di una grande e partecipata risposta da parte di tutti i lavoratori, soprattutto in un momento in cui la dirigenza dichiara di voler affermare il valore della "meritocrazia", che significa valutazione e differenziazione dei salari dei lavoratori, per non parlare delle carriere per le quali sono obbligatori i concorsi.

Riteniamo che la scelta dell'ISS di procedere ad assunzioni per chiamata diretta, peraltro in piena campagna elettorale, di dirigenti di I livello che ci costeranno 100 mila euro a testa rientra in quella svolta dirigista e privatistica che abbiamo denunciato con il comunicato appena inviato.

NOI DICIAMO NO!

DICIAMO NO A PRATICHE PRIVATISTICHE CHE POCO HANNO A CHE FARE CON LA QUALITA' DELLA RICERCA .

DICIAMO NO AD UNA SPESA INUTILE SPECIE CONSIDERANDO I DIRIGENTI ASSUNTI DA UN ANNO.


PER QUESTO NEI PROSSIMI GIORNI RACCOGLIEREMO LE FIRME PER BLOCCARE QUESTA DECISIONE E COMUNICARE AL CDA LA NOSTRA CONTRARIETÀ. LE RISORSE ASSUNZIONALI SERVONO PER LE CARRIERE E LE ULTIME STABILIZZAZIONI.


USB PI -ISS

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni