RICERCA: CAMBIA IL MINISTRO MA NON LA POLITICA

Roma -

Emerge un quadro desolante dall’incontro di martedì scorso presso il MIUR con il Ministro Carrozza circa le prospettive della Ricerca pubblica e dell’istruzione in generale.

A fronte di aperture sulla necessità di una governance unica del sistema nazionale della ricerca – che per USB deve risiedere presso la Presidenza del Consiglio – e sulla stesura di un Piano Nazionale della Ricerca che dovrebbe finalmente armonizzare i compiti e le attività dei vari Enti, per il resto la visione del Ministro è in piena continuità con le politiche liberiste dei governi precedenti.

La stabilizzazione dei lavoratori precari, ancorché sbandierata dal Governo per tutta la PA, anche nella declinazione del DL 104 del MIUR, è estremamente parziale (riguarda solo l’INGV) e offensiva (ancora concorsi altamente selettivi per chi di concorsi ne ha già superati parecchi) mentre il rinnovo contrattuale – con i salari fermi da oltre 6 anni dopo il salto di un biennio economico - resta solo normativo e senza risorse economiche.

Leggi tutto nel comunicato allegato!

USB P.I. Ricerca

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati