Ricerca, venerdì 5 presidio USB all’INAF: usare subito i fondi per chiudere le stabilizzazioni e rilanciare le carriere!

Roma -

Venerdì 5 febbraio 2021 l’Unione Sindacale di Base sarà in presidio con i lavoratori dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), dinanzi la sede centrale dell’ente, per chiedere di fare chiarezza sui fondi avuti per la stabilizzazione dei precari e per sollecitare l’amministrazione su tutti i temi riguardanti il personale, dal salario accessorio alle carriere.

L'INAF, anche grazie alle lotte dei lavoratori e di USB, ha ricevuto circa 20 milioni di fondi finalizzati alle stabilizzazioni, che l’ente non ha ancora utilizzato completamente. Ora i lavoratori vogliono risposte!

Soprattutto in questo momento di grande incertezza a livello governativo, la risposta dell'ente deve essere chiara e forte: assumere subito tutti i “comma 1”, scorrere le graduatorie del concorso riservato “comma 2” e di quello aperto, al fine di assumere sia i rimanenti stabilizzandi che gli altri precari e per poi procedere con le carriere.

I precari INAF, inoltre, chiedono ai parlamentari delle commissioni Cultura e Bilancio di Camera e Senato (Marianna Madia, Lorenzo Fioramonti e Luigi Gallo) nonché al sottosegretario De Cristofaro, che hanno lavorato e continuano a lavorare sulle stabilizzazioni, di intervenire a tutti i livelli per proteggere il processo di stabilizzazione in INAF.

Per questo, USB conferma lo stato di agitazione e si troverà, venerdì 5 Febbraio, davanti alla sede centrale in Viale del Parco Mellini 84 (Monte Mario), alle ore 10, con una rappresentanza del personale precario e non.

 

USB Pubblico Impiego – Ricerca

 

Roma 4-2-2021

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati